logo

OLTRE ALL’AFFITTO: COSA TENERE PRESENTE

OLTRE ALL’AFFITTO: COSA TENERE PRESENTE

CASA FSpese a carico dell'inquilino Oltre l'affitto ci sono pure altri oneri che l'inquilino deve affrontare: le spese ordinarie, il riscaldamento e le bollette dei consumi domestici. L'inquilino ha due mesi di tempo, dalla richiesta del proprietario, per il pagamento delle spese, ed ha il diritto di pretendere tutta la documentazione che giustifica la richiesta avanzata. Il mancato pagamento delle spese per una somma pari a due mensilità del canone, legittima il proprietario ad intimare lo sfratto per morosità. Le spese ordinarie sono:il servizio di pulizia e la luce delle scale, l'ascensore (manutenzione: si paga in base al piano in cui si abita), l'acqua ( si paga in base ai componenti della famiglia), l'insaccamento dei rifiuti. Se il riscaldamento è centralizzato, si paga ogni mese sulla base della dimensione dell'alloggio. Se è autonomo, si paga insieme con la bolletta del gas. L'importo da pagare per le spese ordinarie e per il riscaldamento generalmente viene comunicato con una lettera dell'amministratore o del proprietario. Di solito già al momento della stipula del contratto viene stabilita una quota mensile da versare per queste spese, a cui segue, ogni sei mesi, un conguaglio. Per le utenze domestiche (luce, gas, telefono) la spesa consiste in un canone fisso bimestrale ed una quota variabile che dipende dai propri consumi. Solitamente i contratti per queste forniture sono sottoscritti dal locatore, altre volte però, quando si prende possesso di una abitazione, potrebbe essere necessario sottoscrivere personalmente il proprio contratto, affrontando una spesa di alcune centinaia di Euro.

Tags: Casa

billy
Commenti
Lascia un commento